L’Italia non firma il testo sui diritti gay. “Troppo sbilanciato, sembra la legge Zan”