Giorgia Meloni, è la notte della vittoria: “Al governo per unire gli italiani. È il tempo della responsabilità”

Giorgia Meloni, è la notte della vittoria: “Al governo per unire gli italiani. È il tempo della responsabilità”

Giorgia Meloni la notte della vittoria

 

Fonte:Secoloditalia 26 settembre 2022 di Valter Delle Donne

«Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all’improvviso, vi sorprenderete a fare l’impossibile».
Con una frase di San Francesco, Giorgia Meloni ha concluso il suo intervento all’Hotel Parco dei Principi, sede del comitato elettorale di FdI.

A far da colonna sonora al suo intervento due brani di Rino Gaetano (Il cielo è sempre più blu e A mano a mano). Il santo d’Assisi e la colonna sonora pop deve aver spiazzato molti dei duecento giornalisti stranieri, suggestionati dalla “mostrificazione” di FdI e della sua leader, una narrazione dettata dalla sinistra italiana per tutta la campagna elettorale.

Meloni

Il discorso di Giorgia Meloni, accompagnato e dagli applausi dei militanti di FdI, molti con gli occhi lucidi per l’emozione, è stato quello di un premier in pectore. «L’Italia ha scelto noi e noi non la tradiremo, come non l’abbiamo tradita mai. È importante capire che, se saremo chiamati a governare questa Nazione, lo faremo per tutti, per tutti gli italiani, con l’obiettivo di unire questo popolo. Di esaltare quello che lo unisce piuttosto che quello che lo divide».

Vittoria del centrodestra

“Tante persone che non ci sono più meritavano di vedere questa vittoria”

Non sono mancati i momenti dedicati al popolo della destra. «Il fatto che Fdi sia primo partito in Italia significa tante cose, per tanti di noi. Questa è sicuramente per tante persone una notte di orgoglio e di riscatto. Una notte di lacrime, di abbracci, di sogni e di ricordi», parlando di «una vittoria che voglio dedicare alle persone che non ci sono più e che meritavano di vedere questa vittoria». Tuttavia, ha rimarcato la leader di FdI, «quando questa notte sarà passata dovremo ricordarci che non siamo a un punto di arrivo ma a un punto di partenza. È da domani che dobbiamo dimostrare il nostro valore. Questo è il tempo della responsabilità».

«Rimandiamo a domani tutte le valutazioni più profonde più complete sul risultato elettorale. I dati sono ancora non definitivi ma mi pare che da quello che emerge dalle prime proiezioni si possa dire che dagli italiani in queste elezioni politiche è arrivata una indicazione chiara». L’indicazione arrivata dagli italiani, ha proseguito la Meloni «è per un governo di centrodestra a guida FdI».  «Probabilmente è il tempo in cui gli italiani potranno nuovamente avere un governo che esce da una loro chiara indicazione alle urne. È qualcosa con cui, credo e spero, tutti vorranno fare i conti».

Meloni grazie Italia

Meloni: “Abbiamo vissuto una campagna elettorale violenta”

«Sono rammaricata ancora, perfino stasera, per i dati sull’astensionismo. Ci sono ancora tanti italiani che scelgono di non votare». E ancora, citando la campagna del Pd, veicolata da molti giornali. «Abbiamo vissuto una campagna elettorale oggettivamente non bella, nella quale i toni sono stati al di sopra delle righe, una campagna violenta, aggressiva, che noi abbiamo subito. Però penso che la situazione nella quale l’Italia e l’Europa versa, sia particolarmente complessa e richieda il contributo di tutti. Richiede un clima sereno e quel rispetto reciproco che è alla base del confronto in qualsiasi sistema democratico».

Nel ringraziare la gente di Fratelli d’Italia, la Meloni ha citato «tutte quelle persone che ci hanno creduto e che non si sono date per vinte. Siamo stati dati per spacciati dal primo giorno in cui siamo nati. Non abbiamo creduto a quello che gli altri dicevano di noi, non abbiamo mollato, non ci siamo abbattuti», ricordando la crescita esponenziale dal 4 per cento. «Quello che ci racconta questa notte – ha concluso la leader FdI – è che le scommesse apparentemente impossibili sono possibili».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.