Green pass, clamoroso sul Corriere: “Liberateci dai suoi malefici”. La Tamaro disintegra Speranza

Green pass, clamoroso sul Corriere: “Liberateci dai suoi malefici”. La Tamaro disintegra Speranza

 

Fonte:LiberoQuotidiano 16 febbraio 2022

Susanna Tamaro ha scritto una lettera aperta al presidente del Consiglio Mario Draghi sulle colonne del Corriere della Sera. E nel premettere che “sono, per formazione, una naturalista dunque osservo la realtà senza pregiudizi ne’ veli ideologici ma soltanto nella logica coerenza dei fatti”, la scrittrice arriva al cuore della questione, “cioè al caos e all’irrazionalità che ci hanno dominato in questi due anni” per chiedere a Draghi se è “possibile che nella mitica cabina di regia, nel momento in cui sono state decise le misure per limitare il raggio di azione dei no vax, nessuno si sia alzato in piedi a dire: scusate un momento, ma se equipariamo i vaccinati con due dosi ai no vax non stiamo lanciandoci un boomerang? Perché così facendo, primo, affermiamo la totale inefficienza del vaccino, e secondo, alimentiamo le fantasie complottiste di chi si oppone alla campagna vaccinale”, osserva la scrittrice.

Sottolinea Susanna Tamaro: “La scienza però ci dice che, vaccinati e non vaccinati, ci scambiamo comunque tutti allegramente il contagio. In quest’ottica risulta anche difficile capire l’attribuzione taumaturgica del green pass. Personalmente non ho alcuna osservazione morale, filosofica o politica su questo importante documento. Nell’archivio del piccolo comune in cui vivo è registrata l’esistenza di posti di blocco istituiti nel 1800 durante un’epidemia di peste in Campania: per entrare nel paese bisognava, infatti, esibire un lasciapassare che attestasse l’assenza di soggiorni partenopei” ma “se ci contagiamo tutti in continuazione che senso ha? Non costituisce piuttosto un importante fattore di rischio? Con il super green pass, magari addirittura illimitato, una persona, soprattutto giovane, si sente appunto super sicura e abbandona quelle cautele che, davanti a un’epidemia così insidiosa, bisognerebbe pur sempre continuare a mantenere”.

Quindi chiede a Draghi: “Il fatto che si impedisca alle persone che non hanno ancora fatto la terza dose, come me ora, di avere qualsiasi tipo di vita sociale non è qualcosa che, oltre a ledere i diritti fondamentali della persona, dà anche il colpo di grazia ai negozi e ai parrucchieri che fin qui, con le unghie e con i denti, hanno tentato di resistere?” Conclude la sua lettera: “In Israele, un Paese certo non sprovveduto, hanno capito che i malefici del green pass superano di gran numero i benefici e ne hanno delimitato l’uso ai grandi eventi mentre noi abbiamo le forze dell’ordine costrette a entrare nei parrucchieri di paese per chiedere il green pass alle anziane clienti che si fanno la permanente. Non stiamo sfiorando il ridicolo?”.

Una risposta a “Green pass, clamoroso sul Corriere: “Liberateci dai suoi malefici”. La Tamaro disintegra Speranza”

  1. CERTEZZA DI VERITÀ VUOLE CHE OGGI….#SIAMOGIANDLRIDICOLOMONDIALE#…
    SPERANZA e la BANDA BASSOTTI DI VIROLOGI, smentiti dalla Storia di questi ultimi mesi
    Troverà rifugio solo nell’Inferno di DANTE…. e nel fuoco ideologico bacato CATTO-COMUNISTA… della Troupe di LEU & COMPANY che con pochi VOTI RABBERCIATI Annoverano un
    MINISTERO in una Compagine di Governo PASSATO E PRESENTE DI MR.DRAGHI – FOR PRESIDENT… Credo che la FOLLIA Ha un limite… e questo stranamente è ben superato….!!!
    Mi domando quale BUONA CUPOLA C’è dietro tutto questo..??? EVVIVA…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.