Idranti contro i No green pass a Trieste. Guerriglia al porto, sull’orlo del caos. Stefano Puzzer in lacrime: “Preghiamo”

Idranti contro i No green pass a Trieste. Guerriglia al porto, sull’orlo del caos. Stefano Puzzer in lacrime: “Preghiamo”

 

Fonte:LiberoQuotidiano 18 ottobre 2021

Trieste, idranti contro i No green pass. Incidenti al porto, Puzzer in lacrime

Alta tensione al porto di Trieste dove è cominciato lo sgombero dei manifestanti che stazionano davanti al Varco 4. Alcuni mezzi della polizia sono giunti al presidio davanti ai manifestanti che li attendevano seduti dall’altro lato del Varco lungo la strada seduti a terra intonando “La gente come noi non molla mai” e “Libertà”. I poliziotti sono scesi dai mezzi in tenuta antisommossa, un funzionario li ha più volte invitati a disperdersi “in nome della legge” poi sono stati azionati gli idranti. “Dovete liberare il porto per favore, voglio evitare che vi facciate male“, ha gridato un dirigente della Polizia rivolgendosi ad alcuni occupanti dello scalo.

Ma i manifestanti hanno deciso di opporre resistenza quindi c’è stata una carica della polizia e l’uso degli idranti. “Sono in lacrime. Sono triste per queste persone. Stiamo pregando. Siamo tutti qui tranquilli”, aveva detto poco prima che iniziasse lo sgombero Stefano Puzzer, leader della protesta, inginocchiato, insieme ad altri portuali, mentre tiene per mano i colleghi.

Un portuale ha avuto un malore ed è caduto a terra durante lo sgombero. E’ stato trasferito in ospedale. All’arrivo dell’ambulanza l’uomo era cosciente, al momento non si conoscono le sue condizioni.

Riflessioni sull’articolo

Ci risiamo un classico del ministero dell’Interno, debole con i forti e forte con i deboli, qui per sgombrare una manifestazione che piu pacifica di questa non se ne erano mai viste usa la forza e idranti, per farmare l’assalto alla Cgil una decina di poliziotti o ancora il famoso rave di Viterbo, chi sa perché li non li ha mandati gli idranti per sgombrare un terreno privato dove si e consumata in 5 giorni illegalità diffusa (spaccio di droga stupri e due morti) boo io non riesco a dare una spiegazione se no ciò che ho citato prima “deboli con i forti e forti con i deboli” con ciò non voglio dire che i portuali di Trieste sono dei deboli ci mancherebbe ma è inteso come persone che manifestano in maniera assolutamente PACIFICA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.