“La cara signora…”. Alessia Morani travolta dal ristoratore a Non è l’arena: muta e in imbarazzo | Video

“La cara signora…”. Alessia Morani travolta dal ristoratore a Non è l’arena: muta e in imbarazzo | Video

 

Fonte:Liberoquotidiano 29 marzo 2021

Non è l’Arena, Morani travolta dal ristoratore: “La cara signora..”. Ovazione, lei muta

“Non diamo i soldi dei ristori e non riusciamo nemmeno a vaccinare”. Massimo Giletti inchioda Alessia Morani del Pd, ospite di Non è l’arena su La7. In collegamento ci sono diversi ristoratori che per protesta hanno deciso di aprire le loro attività il prossimo 7 aprile, organizzando manifestazioni di protesta itineranti su tutto il territorio italiano. “Ho perso 400mila euro di fatturato in un anno, il sostegno del signor Draghi è di 10mila euro. Che me ne faccio? – denuncia uno di loro, da Milano -. Io ho dei dipendenti che mi hanno chiesto di rinnovare il contratto a tempo determinato perché prenderebbero più soldi da disoccupati che con la cassintegrazione. Ma com’è possibile?”.

La Morani in studio, è in evidente imbarazzo. L’ex sottosegretaria allo Sviluppo economico del governo Conte 2, coinvolta dunque direttamente nella questione dei ristori (mancati), si difende: “Come Italia abbiamo stanziato le stesse cifre del resto d’Europa, tra aiuti, cassintegrazioni e rinvii delle tasse. La misura economica principale che dobbiamo mettere in atto sono ora le vaccinazioni“. E mentre lo dice, Giletti protesta e i ristoratori, inquadrati, si mettono le mani in faccia, si agitano, vorrebbero intervenire. In altre parole, “friggono” letteralmente.

Un giovane ristoratore delle Marche, stessa ragione della Morani, spiega: “Io ho aperto dal 24 ottobre e ho preso 18 multe, lo faccio per la sopravvivenza, per i nostri dipendenti. Il patto tra Stato e cittadini è stato rotto, una volta che dopo aver pagato le tasse abbiamo bisogno, niente. La cara Morani dovrebbe sapere che in 20 anni nelle Marche sono stati fatti solo tagli alla sanità, fino a poco fa governavate voi. Non riempiamoci la bocca solo con numeri a caso. I veri numeri li conosciamo noi, non siamo criminali, siamo persone che lavorano. Ma in questo paese gli imprenditori sono schiacciati, come scarafaggi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.