Lilli Gruber, Renzi la nomina alla Leopolda: bordate di fischi, grande imbarazzo

Lilli Gruber, Renzi la nomina alla Leopolda: bordate di fischi, grande imbarazzo

 

Fonte:LiberoQuotidiano 20 novembre 2021

Cita Lilli Gruber e si scatenano i fischi della LeopoldaMatteo Renzi apre la kermesse fiorentina marchiata Italia Viva e sgancia subito una bomba su Otto e mezzo. Venerdì scorso si era sottoposto a un vero e proprio tiro al bersaglio negli studi di La7, con Marco Travaglio, Massimo Giannini e la stessa conduttrice pronti a processarlo in diretta sull’inchiesta relativa alla Fondazione Open (e non solo).

Superata indenne quella battaglia, tra battute velenose e accuse reciproche, l’ex premier può festeggiare tra i propri sostenitori: “Una settimana fa ero nello studio di Lilli Gruber. Andare in quella trasmissione, una settimana dopo ti fa dire stando qui: la politica non si fa nelle trasmissioni, ma si fa qui dove le proposte diventano leggi”. E giù applausi del pubblico, che aveva ricoperto di fischi e versi di disapprovazione il nome della giornalista provocando un certo imbarazzo in Renzi: “Fermi, non si fa”, aveva ammonito gigioneggiando un po’.

A proposito di tv, Renzi ne ha anche per Giuseppe Conte: “Diamogli un segnale di amicizia – provoca il leader di IV -. Ho visto quell’uomo ieri in una condizione che mi ha fatto male al cuore… Conte va capito, era uno abituati a dare la linea al Tg1, era un sistema ben oliato e ora glielo hanno tolto e ci è rimasto male. Quindi vorrei arrivasse una parola di amicizia a Conte dalla Leopolda: Fourtes, dai non si fa così, date a Giuseppe Conte almeno Rai Gulp“.

Ma non c’è solo il piccolo schermo nell’agenda di Renzi. “Il prossimo 12 gennaio – annuncia – sul sito www.radioleopolda.it lanceremo una vera e propria programmazione costante perché noi vogliamo dare voce a chi non ha voce”. Via dunque a una vera propria web radio di Italia Viva, “il nostro modo per iniziare a raccontare e a raccontarci. Mancano 50 giorni, poi la settimana dopo c’è il piccolo particolare che bisogna eleggere il Presidente della Repubblica, ma ne parleremo domenica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.