“Siamo indietro”. Letta spinge sullo Ius soli? Giorgia Meloni lo brutalizza: “Vivete su un altro pianeta”

“Siamo indietro”. Letta spinge sullo Ius soli? Giorgia Meloni lo brutalizza: “Vivete su un altro pianeta”

Meloni Letta ius soli

 

Fonte:LiberoQuotidiano 14 maggio 2022

Scontro a distanza tra Enrico Letta e Giorgia Meloni. Tutto nasce da una dichiarazione del leader dem, che ha detto: “Potrò dire che il mio tempo al Pd sarà stato utile quando verranno approvati lo ius culturae e lo ius soli. Lo penso profondamente perché so quanto il Paese è indietro su questo, questo deve essere lo sforzo principale che abbiamo davanti”. Parole che hanno fatto infuriare la presidente di Fratelli d’Italia.

Lider Pd e FdI

La Meloni prima ha rilanciato la dichiarazione di Letta, poi ha commentato con toni duri: “Aumento del costo delle bollette, rincaro prezzi, benzina alle stelle, imprese in ginocchio, emergenza immigrazione clandestina e scarso controllo del territorio… Ma per il Pd la priorità resta sempre e solo lo ius soli. Caro Enrico Letta, non è l’Italia a restare indietro, siete voi che vivete su un altro pianeta ancora non ben identificato”. Per la leader di FdI, insomma, le parole del dem sarebbero del tutto fuori luogo.

Twit Meloni su Letta
Aumento costo bollette, rincaro prezzi, benzina alle stelle, imprese in ginocchio, emergenza immigrazione clandestina e scarso controllo del territorio… ma per il PD priorità resta Ius Soli. Caro Letta, non è l’Italia a restare indietro, siete voi che vivete su un altro pianeta.
Letta ius soli

 

La replica della Meloni ha scatenato la reazione del segretario del Pd, che quindi ha controbattuto: “Nel più puro benaltrismo. La verità è anche peggio. Non li volete. E non avete nemmeno il coraggio di dirlo. Altrimenti facciamo che appena calano le bollette approviamo lo ius culturae e la nuova legge sulla cittadinanza?”. Di nuovo, poi, la Meloni ha risposto: “Rilancio: ne parliamo quando calano le bollette, il tasso di disoccupazione, la tassazione sulle imprese e la criminalità. Quando accade tutto questo, parliamo del perché non vi basta che l’Italia sia la seconda Nazione d’Europa per cittadinanze concesse”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.